5 modi per migliorare la Business Continuity per la tua azienda

Pubblicato il 15 ottobre, 2018 da Elisa Manzieri

Cosa accadrebbe alla tua azienda in caso di “incidente”? Prova ad immaginare una perdita di dati sensibili o l’interruzione di fornitura dei servizi. Quali conseguenze avrebbe sul tuo business e sulla reputazione della tua azienda?

Non bisogna sottovalutare il fatto che la tecnologia e l’IT ci offrono non solo numerose opportunità ma altrettanti rischi, che l’errore umano involontario, l’evento imprevisto oppure l’attacco informatico portano con sé. Questo definisce un rischio presente, non futuro!

I dati statistici dimostrano che le aziende che hanno subìto una perdita di dati significativa, il 43 % non riapre mai più, ed il 51 % chiude entro due anni. Oppure, per il 96% delle workstation aziendali non viene eseguito il backup e il 77% delle aziende che testano i loro backup, hanno riscontrato errori (Boston Computing Network, Data Loss Statistics).

Perciò è necessario considerare seriamente il valore dei sistemi ed adottare le misure adeguate per garantire sempre di più il buon funzionamento e la continuità dei servizi aziendali.

L’infrastruttura IT è l’elemento più critico per il benessere della propria azienda, poiché ospita tutte le applicazioni e servizi che consentono la produttività d’impresa e l’erogazione dei servizi. Al fine di proteggere l’ambiente IT da molteplici fattori che possono causare tempi di inattività delle applicazioni (oltre che eventi non pianificati come un guasto del server), è necessario adottare un approccio olistico e completo.
Bisogna però specificare che la virtualizzazione delle applicazioni è la tecnologia che sta alla base per garantire la protezione e continuità dei processi e servizi.

La formula di Business Continuity è costituita da tre elementi fondamentali e indispensabili in egual misura:

  • Data Protection: La Protezione dei dati, ovvero la capacità di preservare la privacy delle informazioni, cioè la relazione tra la raccolta e la diffusione di dati, la tecnologia e le normative legate ai dati sensibili.
  • High Availability: Alta Disponibilità, ovvero gli strumenti e le tecnologie (incluse le risorse di backup hardware e software) che consentono ad un sistema di recuperare velocemente i dati e le applicazioni dopo un incidente.
  • Disaster Recovery: Il Ripristino di Emergenza, ovvero il processo, le policy e le procedure legate alla preparazione per il ripristino o continuità dell’infrastruttura tecnologica critica per l’organizzazione dopo un disastro imprevisto o causato dall'uomo.
Cattura

Quindi, descritta l’importanza di proteggere e garantire la continuità di applicazioni, dati e servizi, di seguito ti proponiamo 5 modi per migliorare la Business Continuity per il tuo ambiente IT e la tua azienda.

  1. Semplifica il backup e il ripristino: Il Backup ed il ripristino dei dati o delle applicazioni sono parti fondamentali di ogni processo IT e allo stesso tempo componenti critiche in qualsiasi piano di continuità operativa. Senza la soluzione giusta, un fallimento IT significherebbe ore o addirittura giorni per ricostruire e recuperare lo stato precedente. Tutto ciò si traduce nei tempi di inattività che influiscono negativamente sulle pianificazioni di progetti, mancati ricavi o persino la reputazione dell’azienda.

    Esistono tecnologie avanzate che garantiscono ai tuoi backup di poter gestire una crescita enorme di volumi di dati e mantenere bassi costi.

 

  1. Proteggiti da fallimenti hardware e software: Nonostante anni di progressi tecnologici per migliorare la resilienza, i guasti del server e del sistema operativo sono danni inevitabili in molti ambienti IT non virtualizzati. Può essere solo una questione di tempo prima che un componente hardware fallisca oppure un bug sconosciuto al livello di sistema operativo provochi un arresto anomalo. La protezione da questi eventi indesiderati può variare dal riavvio fisico dei server alle soluzioni complesse e costose di Clustering automatizzato. Più i team IT riconoscono e rispondono velocemente (oppure prevengono pro-attivamente) ad una falla nell'ambiente IT, maggiore è la possibilità di minimizzare l’impatto negativo sull'organizzazione.

    Il costo e la complessità di attività di clustering al livello applicativo significa che solo poche applicazioni siano protette da tempi di inattività improvvisi. Al contrario, vengono ora fornite soluzioni che offrono la disponibilità semplice e molto efficace per tutte le applicazioni installate su quella soluzione.

 

  1. Proteggi la tua attività da errori al livello di sito: Ci sono molteplici fattori che possono causare un errore a livello di sito, che vanno dai disastri naturali alle attività causate dall'uomo (es: errori di configurazione, attacco DoS, domanda eccessiva di servizi). I danni che eliminano un intero sito possono essere catastrofici e richiedere ore, giorni o addirittura settimane per essere ripristinati. Con danni di questa portata, l’impatto sulla produttività, i profitti e la reputazione d’azienda possono avere non solo effetti di breve termine ma anche di lungo periodo, con conseguenze irreparabili alla tua azienda.

    Le soluzioni tradizionali non sono ottimizzate per gli ambienti virtualizzati, risultando complesse da implementare e difficili da testare, quindi lasciano il tuo business vulnerabile. Adotta le nuove soluzioni semplificate per automatizzare i piani di Disaster Recovery e consentirti di testarli in modo non distruttivo e regolare.

 

  1. Esegui la manutenzione senza tempi di inattività: Aggiornamenti e patching di hardware e software sono solo alcune delle tante responsabilità di un dipartimento IT. Per eseguire la manutenzione sulla tua infrastruttura IT più spesso, rispetto a non eseguirla affatto, significa portare l’applicazione offline per un periodo di tempo. Se compromettere la disponibilità dell’applicazione non è un’opzione per il tuo business, allora il team IT può essere in balia di una infrastruttura compromessa o sacrificare il proprio tempo ed eseguire la manutenzione dopo l’orario di lavoro o nel weekend.

    Con le nuove tecnologie è possibile eliminare i tempi di inattività ed eseguire la manutenzione del sistema in ogni momento, senza impattare la produttività o l’attività degli utenti e riducendo il peso sul team IT. Queste soluzioni consentono la migrazione live di Virtual Machine operative da un server fisico all'altro, assicurando zero downtime, continua disponibilità di servizio, flessibilità e agilità, e dando allo stesso tempo la certezza che l’integrità dei dati è mantenuta per ogni transazione.

 

  1. Migliora la visibilità nel tuo ambiente virtualizzato: Quando un nuovo hardware e software viene acquisito e implementato nell'ambiente IT, esistono diversi strumenti che vengono introdotti con queste soluzioni. Ci sono elementi separati per monitorare la performance, controllare la capacità, identificare i problemi e così via. Senza una visione completa e totale, è difficile gestire e monitorare un insieme di strumenti diversi e le diverse metriche che producono. La risoluzione dei problemi richiede molto tempo, i periodi di inattività aumentano ed è difficile rilevare o ripristinare modifiche indesiderate che non sono in linea con le Best Practice ed i requisiti normativi.

    Ti consigliamo di adottare le soluzioni che offrono strumenti avanzati di gestione operativa di cui hai bisogno per monitorare la performance, capacità, configurazione e conformità attraverso i tre ambienti virtuale, fisico e Cloud.

Migliorare la tua Business Continuity significa avere tutte le applicazioni operative attraverso una piattaforma virtualizzata, che ti permette di evitare tutte le conseguenze negative prima elencate ed ottenere un approccio completo: protezione dei dati avanzata, alta disponibilità dei servizi e soluzioni affidabili, efficienti e semplificate per la protezione in caso di disastro di tutte le applicazioni virtualizzate.

Vuoi approfondire i termini utilizzati in questo articolo? Allora scarica la nostra guida gratuita!

 

Le 20 nozioni da sapere del Cloud

Scopri tutti i nostri servizi

    SCOPRILI ORA

Tieniti aggiornato sulle nostre news

@ 2018 (Copyright) 4IT Solutions
Privacy Policy

Credits: Ander Group